Storia del progetto 

Perché è nato il progetto Pianeta Outdoor? 

 

Perché possiamo essere attenti, esperti, perfezionisti e super allenati, ma ciò non esclude che frequentiamo un mondo che per definizione comporta dei rischi.

Rischi che vanno gestiti ed accettati nel momento in cui decidiamo di praticare uno sport in Outdoor come ad esempio l'alpinismo, ma anche rischi che possono effettivamente cambiare la nostra esistenza molto velocemente.

 

Abbiamo voluto presentare ad una compagnia tutte le nostre esigenze, lo abbiamo fatto consapevoli delle difficoltà che avremmo incontrato e alla fine... ci hanno dato fiducia ed è nata la prima risposta concreta alle nostre esigenze.

Eliminiamo le false informazioni fin troppo diffuse!

  • Non è vero che non è possibile assicurare l'Outdoor... Noi lo facciamo!

  • Non è vero che esistono sempre limiti di grado... Noi non li abbiamo!

  • Non è vero che basta dire che non stavo arrampicando per essere assicurato.

  • Non è vero che.."tanto sono già assicurato con la mia "... siamo tra i pochi che riescono a fare questo tipo di coperture.

  • Non è vero che scialpinismo e fuoripista, se fatti con attenzione, non sono assicurabili.

  • Non è vero che non è possibile assicurare il canyoning!

  • Non è vero che gli sport fluviali non si possano assicurare!

La base del progetto Pianeta Outdoor è un contratto infortuni standard che, in base alle esigenze, personalizziamo a seconda delle attività svolte dal nostro cliente inserendo clausole aggiuntive ed estendendone le garanzie delle discipline praticate.

Ciò che rende speciale il progetto è il fatto che le garanzie sono studiate, concordate direttamente con la compagnia di un'esperto dei settori che assicuriamo e questo ci garantisce l'aderenza alle esigenze dell'una e dell'altra parte al fine di trovare un'equilibrio tra garanzie e sostenibilità del progetto.

Cosa molto importante sarebbe la divulgazione più ampia possibile del progetto per far si che maggiore è il numero di persone che si assicurano, minori sono i rischi che un incidente renda poco sostenibile il progetto stesso. Per questo chiediamo a tutti coloro che aderiscono all'iniziativa, assicurandosi con noi, di divulgare il più possibile il progetto dandone visibilità.

Cosa offriamo:

  • Garanzie assicurative che tengono in considerazione l'ambito in cui si svolge l'attività e le specificità delle discipline praticate.

  • Cultura del rischio e formazione preventiva per prevenirlo negli ambiti di competenza del progetto attraverso corsi di formazione a cui i clienti di Pianeta Outdoor possono aderire  gratuitamente. 

  • Sviluppiamo continuamente nuove garanzie per migliorare continuamente i contratti.

  • Assistiamo il cliente nell'analisi delle esigenze e trasformiamo le esigenze in contratti che siano adatti a loro.

  • In caso di necessità, consigliamo il cliente nella gestione dei contratti e nella manutenzione degli stessi 

  • Se clienti non sono singoli, ma società e associazioni, seguiamo il progetto generale, la stipula dei contratti più adatti e la manutenzione degli stessi al fine di tutelare la realtà al meglio.

Cosa non siamo in grado di fare: 

  • Stipulare contratti parziali 

  • Dare coperture con massimali minimi che servono solo a dire "ce l'ho", ma poi nei fatti a poco servono.

  • Non siamo in grado di non rispettare gli impegni contrattuali né nei confronti del cliente, né tantomeno nei confronti delle compagnie.

  • Non siamo in grado di non sostenere il nostro lavoro che da qualche parte deve essere retribuito.

  • Non siamo in grado di sapere tutti e per questo abbiamo bisogno della vostra collaborazione.

  • Non possiamo trattare tutti allo stesso modo perché ognuno di noi pratica spesso discipline diverse, per questo è necessario che ci mandiate i dati prima di ogni altra cosa.

Due parole sulla polizza infortuni collegata al progetto: 

Si tratta di un contratto che vi assicura 24 ore al giorno per 365 giorni all'anno, sia quando state svolgendo la vostra attività lavorativa, in auto o con altri mezzi di trasporto, sia quando state facendo altre attività non legate al lavoro, e non per ultimo, quando state praticando una delle attività previste, legate al mondo della montagna e degli sport Outdoor .

 

Il costo è legato sia all'aspetto professionale che a quello sportivo, sempre selezionabili.

 

Il risarcimento cambia in base all'ambito in cui l'eventuale incidente avviene. Questo significa che se l'incidente avviene in un ambito meno rischioso, il risarcimento non è soggetto  a limitazioni (franchigie), limitazioni che al massimo sono equivalenti al 5%. 

Le garanzie sono sempre attive, il che significa che con un contratto unico potete garantirvi sempre.

Criteri di personalizzazione:

Professione: ovviamente, se fate un lavoro d'ufficio il vostro rischio sarà inferiore  a chi svolge attività lavorativa manuale e magari sui tetti.

Attività nel tempo libero: tutto ciò che è tempo libero e che non comporta un particolare rischio è già previsto in garanzia con le normali clausole, quindi: lo sci in pista, la barca a vela, la corsa, la bici sono sempre attività assicurate se svolte a titolo non professionale.

Spostamenti in auto e con altri mezzi: sia che si tratti di lavoro che di tempo libero.