• Nicoletta

Assicurazioni e Covid: è cambiata la percezione dei cittadini




L’emergenza Covid ha portato molti italiani a riflettere sull'importanza di avere una copertura assicurativa che, anche in casi imprevedibili come quello attuale, possa offrire un supporto per le eventuali difficoltà, sia economiche che sanitarie alle quali è possibile andare incontro.

Da un’indagine di mercato risulta che oltre 3 milioni di italiani sono disposti a valutare una polizza salute o una polizza vita, quasi 2 milioni vorrebbero acquistare una copertura assicurativa studiata apposta per il Covid-19 e più di 6 milioni di italiani sono interessati a prendere in considerazione possibili coperture assicurative.


Che genere di polizze sarebbe utile sottoscrivere in questo?

Per quanto riguarda le famiglie, emerge che oltre 6 milioni di italiani sono propensi a valutare delle polizze assicurative private per tutelare la propria salute: la fiducia nel sistema sanitario, infatti, è stata pesantemente minata dall'emergenza Covid, tanto che le famiglie, pur di non affrontare liste di attesa infinite e il visite private a pagamento, scelgono piuttosto di non curarsi.

Per quanto riguarda le imprese la parificazione del Covid-19 all'infortunio sul lavoro da parte dell’INAIL, le potenziali responsabilità degli amministratori di società che possono rispondere con il loro patrimonio personale di danni a terzi, agli effetti dei D.lgs 81/2008 sulla sicurezza nei posti di lavoro e della L.231/2001 sulla responsabilità penale ed amministrativa delle imprese servono da stimolo a pensare ad eventuali soluzioni per far fronte agli effetti economici di questi eventi.


Come valutare una polizza Salute?

Spesso il servizio sanitario nazionale non può soddisfare tutte le richieste dei cittadini che si vedono costretti a ricorrere alla sanità privata a pagamento. Le somme da pagare possono tuttavia essere anche molto elevate nei casi in cui la malattia o l’infortunio richiedano interventi chirurgici specialistici o cure costose.

Esistono diversi tipi di coperture sanitarie.

Quelle a rimborso risarciscono all'assicurato, totalmente o parzialmente, le spese mediche sostenute per una malattia o un infortunio. Possono comprendere interventi chirurgici, spese ospedaliere e extraospedaliere, diarie da ricovero e da post ricovero.

Le polizze a indennizzo prevedono delle tabelle attraverso le quali, a seconda dell’intervento, la compagnia liquida forfettariamente un indennizzo indipendentemente dai costi affrontati dall'assicurato.

Infine ci sono le polizze a invalidità Permanente, dove per invalidità permanente si intende la perdita definitiva anatomica o funzionale di organi o arti o parte di questi a seguito di malattia o di infortunio. In questo caso viene liquidata la percentuale di invalidità, al netto di eventuali franchigie, che emerga da una perizia medico legale.


Quali sono i prodotti assicurativi più utili alle imprese?

La Polizza D&O (o Polizza per la Responsabilità Civile degli organi di Gestione e Controllo della Società ) tutela l’amministratore che può essere chiamato a rispondere in solido con il proprio patrimonio personale dalle richieste di risarcimento danni. Questa polizza permette anche alle Piccole e Medie Imprese di tutelare il patrimonio personale di amministratori, direttori e procuratori nei casi in cui vengano coinvolti in un eventuale risarcimento danni. La polizza D&O risponde in caso sia imputata non solo la responsabilità aziendale, ma anche quella personale ed economica dell’amministratore.


La Polizza Tutela Legale tutela l’impresa in sede civile, penale e amministrativa sulle vicende riguardanti la vita lavorativa e aziendale, compresi D.Lgs 231/2001 – D.Lgs 81/2008.


La Polizza RCT/O tutela per i danni a terzi e per le Rivalse INAIL e INPS in caso di Infortunio sul lavoro, compreso il Covid-19 parificato a Infortunio sul lavoro con circolare INAIL n. 13 del 03/04/2020.

7 visualizzazioni