top of page

E’ tempo di viaggi: esiste la polizza giusta per le emergenze?



Viaggiare protetti è sempre stato importante, ma oggi lo è ancora di più.

Da cosa dipende questo bisogno di “sicurezza”?

Principalmente da due fattori:

1. Molti Paesi hanno introdotto l’obbligo di presentare coperture assicurative che offrano il rimborso delle spese mediche o di quarantena in caso di Covid;

2. Cresce la propensione di chi viaggia a tutelarsi in caso di imprevisti che potrebbero verificarsi sia prima della partenza che durante il viaggio.


Il Covid ci ha colpito su più fronti - quello della salute, certo, ma soprattutto quello della sicurezza: nel 2020 tantissimi viaggiatori si sono trovati privi di coperture che facessero fronte ai rischi sanitari legati al Covid.


Cosa si può fare per tutelarsi in caso di viaggio?

Le compagnie, alla luce delle recenti esperienze, hanno adeguato le loro coperture: i rischi legati a pandemie ed epidemie che pre-Covid figuravano tra le esclusioni delle polizze assicurative sono stati inseriti nelle coperture, anzi, sono stati creati prodotti e coperture che si attivano proprio nel caso in cui il viaggiatore contragga il Covid prima o durante il viaggio.


Cosa significa copertura Covid?

Esistono polizze che, in caso di annullamento del viaggio a causa del Covid, possono coprire le spese legate alle eventuali penali di annullamento, anche se ci sono alcune voci che non vengono coperte.


Che cosa non è coperto?

1. Non è coperto l’annullamento del viaggio per paura di partire a causa dell’aumento dei casi di Covid. In questo caso, infatti, la responsabilità dell’annullamento del viaggio è di chi decide di non partire.

Ma allora cosa copre la polizza? La polizza copre solo nel caso in cui il viaggiatore non possa partire perché positivo al Covid o colpito da limitazione agli spostamenti dovuti a quarantena per contatto diretto con soggetto positivo. Presentando adeguata documentazione, la polizza andrebbe a coprire le penali di cancellazione del viaggio.


2. Non è coperto l’annullamento nel caso in cui chi organizzi il viaggio sia costretto ad cancellarlo in coseguenza di provvedimenti governativi che limitino gli spostamenti nel paese di origine o destinazione.


E le spese mediche?

Per quanto riguarda le spese mediche, la copertura Covid estende le garanzie di assistenza e rimborso spese mediche nel caso in cui il viaggiatore si ammali di Covid durante il viaggio, comprendendo il ricovero, l’acquisto di medicinali, il rientro sanitario secondo i massimali previsti dal contratto.


… e se ci si ammala di Covid durante il viaggio e si è obbligati alla quarantena prima del rientro?

La polizza non può garantire il rientro di un soggetto malato di Covid sottoposto a fermo sanitario in Paese straniero, ma esistono coperture che consentono di ottenere il rimborso dei costi sostenuti per prolungare il soggiorno, o i costi dell’acquisto di un nuovo titolo di viaggio per il rientro posticipato.

24 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page