Hai mai pensato di farti pagare le tue coperture sanitarie dallo Stato?

Aggiornato il: mar 30



Follia, magia , impressioni o forse una trovata pubblicitaria ?


Nulla di tutto questo!


Quello che ti proponiamo è un semplice ragionamento fatto seguendo le logiche degli incentivi che lo Stato (ovvero la comunità amministrata ), mette a disposizione a tutti i lavoratori per costruirsi una pensione integrativa che andrà a sommarsi con quella pubblica.


Hai già l’orticaria e sei già scappato per non leggere questo articolo? Non farlo potresti fare la fine di quello che, per non aver voluto vedere il problema, alla fine si trova impreparato e ti garantiamo che oggi il problema è grosso grosso e nel tempo lo sarà ancora di più.


Innanzitutto:


Quali assicurazioni hai oggi ?

  • Molto Probabilmente l’auto e la paghi tutta tu.

  • Forse la casa e la paghi tutta tu .

  • Forse, se sei stato attento, hai anche seguito i consigli (spesso gratuiti) delle impiegate di agenzia e hai anche una piccola polizza infortuni e anche quella la paghi tutta tu.

  • O magari sei un cliente evoluto che ha capito il senso dei contratti assicurativi e li utilizza abitualmente, ma comunque li paghi tutti tu i premi assicurativi.

Quello che vorrei invitarti a fare è una riflessione che unisca le esigenze che hai oggi a quelle che sicuramente avrai domani


Come sarà la tua pensione domani? Lo hai già scoperto?

Una certezza te la diamo noi , perderai, se sei fortunato, almeno il 20 % del tuo reddito attuale, stai già brindando? Cosa mi dici se ti confido che un'analisi prospettiva INPS prevede un calo del 50% del tuo reddito attuale e questa proiezione è confermata da tutti gli enti di previsione previdenziale, ma anche dalla stampa ecc ?


Certo adesso si brinda meno, il problema è grave e da non sottovalutare, se si pensa che lo stipendio medio annuo netto è di 1000 euro al mese, che equivale a 29.000 lordi


Come vivrai con 500 euro mese? Tutto compreso?



Ecco cosa fare subito :


Un’approfondita analisi personalizzata sulla tua situazione pensionistica. Come fare?

Vai sul portale INPS e calcola la tua pensione, ma soprattutto calcola la quota da integrare per non perdere il tuo potere d’acquisto (Clicca qui )


Fai un’analisi economica di quali siano le tue entrate annuali e di quanto tu riesca ad accantonare togliendo le spese fisse mensili e gli impegni economici - puoi trovare un modello guida al seguente link Bilancio Familiare .


Raccogli informazioni sulla tua dichiarazione dei redditi, su quale sia il tuo reddito lordo, quale sia il tuo reddito netto e tra quanti anni andrai in pensione. ...e fai la stessa cosa per tua moglie.


Se non hai già preso appuntamento con noi, puoi fare un esercizio per capire un piccolo, ma importante aspetto


Primo passaggio: calcolo della percentuale della spesa fiscale


IMMAGINE 1



Un esempio per meglio capire :


(Tasse 50.000 : reddito lordo 100.000 )= 0,50 X 100 = 50%


Adesso che conosci la percentuale di contribuzione fiscale, sei in grado di calcolare il contributo che annualmente avresti a disposizione se decidessi di formarti privatamente una pensione integrativa.


IMMAGINE 2


Il contributo annuale sul versamento è pari alla percentuale di contribuzione fiscale che hai appena calcolato .



Nel caso, ad esempio, in cui il contributo dello stato su ogni versamento fatto al fondo pensione sia pari al 50 % con il limite di circa 2.200 euro annui succedono 3 cose:


  1. Tu ti costruisci la pensione integrativa con il 100% dei versamenti;

2. Lo stato ti gira sotto forma di minor tassazione il contributo proporzionale al tuo reddito, con un massimo di 2.200 euro annui circa (che oggi stai spendendo ma non per te stesso);

3. Con quello che versi in meno di tasse puoi pagarti tutte le assicurazioni infortuni, vita, e famiglia che vuoi, ottimizzando la gestione delle tue risorse e riducendo i rischi di default finanziario familiare.


Se vuoi saperne di più : Passa in agenzia o contattaci faremo una riunione anche online.

#noicisiamo anche se c’è il Lock down .


Ti aiuteremo a capire meglio come costruirti una certezza per il domani e gestiremo con te le esigenze odierne, presentandoti il massimo dei servizi di tutela di cui hai già bisogno.






22 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti