• grsnlt

Gli Ingegneri e l'obbligo di stipulare una polizza RC Professionale



Secondo il regolamento relativo alla riforma degli ordinamenti professionali, i professionisti hanno l’obbligo di sottoscrivere una polizza assicurativa su misura per i danni che i clienti possono subire per effetto dello svolgimento dell’attività professionale (inclusa la custodia di valori e di documenti consegnati dal cliente).

Nel momento in cui assume un incarico, il professionista ha il dovere di far conoscere al cliente non solo gli estremi della polizza assicurativa, ma anche il massimale relativo.

Il Centro Studi del Consiglio Nazionale degli Ingegneri ha diramato una nota apposita.


Il contatto con l'utenza

L'obbligo di sottoscrivere una polizza di RC professionale scatta solo nel momento in cui l’attività professionale viene esercitata in concreto, dato che tale eventualità comporta un contatto diretto con l’utenza.

È a quel punto, infatti, che i clienti devono essere tenuti al riparo dalle eventuali conseguenze pregiudizievoli che potrebbero essere causate da un errore o da una negligenza.


La situazione per gli Ingegneri

Anche in virtù di tale constatazione il rispetto dell’obbligo cambia e va modulato a seconda dei casi, ma soprattutto in base alle differenti tipologie di professionisti che sono iscritti ai rispettivi ordini.

Il Centro Studi del Consiglio Nazionale degli Ingegneri afferma che non si può pretendere che un professionista iscritto all'ordine sottoscriva una polizza assicurativa di responsabilità civile professionale anche nel caso in cui eserciti in forma autonoma la professione di ingegnere.


La responsabilità civile