• grsnlt

La Targa Prova per le auto: che cos'è?



La Targa Prova per le auto auto è una targa specifica che viene rilasciata solitamente in circostanze speciali, per esempio quando si tratta di effettuare prove tecniche su veicoli di vario genere.

E' importante però sapere che non sostituisce la targa ufficiale.

Questa targa ha validità di un anno e per poterla utilizzare, necessita di una specifica autorizzazione.

Se si commettono errori su quando utilizzarla si va incontro a sanzioni, come multe salate oppure sanzioni disciplinari.


Regolamento targa di prova: Normativa 2020

Nella normativa 2020 per l'utilizzo della targa di prova non cambia nulla rispetto a quanto previsto precedentemente.

Tale regolamentazione impone che si possa circolare con una targa di prova solo nei casi in cui il veicolo sia sottoposto ad esigenze speciali.

È assolutamente vietato ad esempio, utilizzare un'automobile nuova con una targa di prova.

Per le specifiche a livello legale della targa di prova si deve consultare il Decreto del Presidente della Repubblica emesso in data 24 novembre 2001, numero 474.

Inoltre anche il codice della strada parla di questo specifico elemento nell'articolo 98.


Quando si usa la Targa Prova?

La targa di prova si utilizza in situazioni di prova di un veicolo, oppure quando si effettui un collaudo per motivi tecnici, in caso di trasferimento di un mezzo, oppure durante dimostrazioni pubbliche.


Cosa bisogna fare per ottenere la Targa Prova?

Per ottenere la targa di prova è necessario richiedere un'autorizzazione,ma non tutti possono ottenerla.

La targa di prova viene infatti rilasciata negli uffici della Motorizzazione civile dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti.

Gli unici soggetti a cui può essere rilasciata la targa di prova sono fabbriche costruttrici di veicoli a motore e di rimorchi, loro rappresentanti, concessionari, commissionari e agenti di vendita, commercianti autorizzati di tali veicoli, aziende che esercitano attività di trasferimento su strada di veicoli non ancora immatricolati; istituti universitari ed enti pubblici e privati di ricerca che conducano sperimentazioni su veicoli, fabbriche costruttrici di carrozzerie e di pneumatici; fabbriche costruttrici di sistemi o dispositivi d’equipaggiamento di veicoli a motore e di rimorchi, esercenti di officine di autoriparazione e di trasformazione, fabbriche costruttrici di veicoli a motore e di rimorchi per il trasporto di veicoli nuovi di fabbrica per il tramite di altri veicoli nuovi (mai immatricolati) provvisti di targa provvisoria.


La certificazione della targa di prova ha validità di un anno. L'automobile con targa di prova può essere guidata solo da chi abbia richiesto l'autorizzazione oppure da un collaboratore.




Quanto costa la Targa Prova?

La targa di prova ha un costo indicativo di circa 60 euro. L'importo è rateizzabile in 3 versamenti.


Dove deve essere posizionata la Targa Prova?

La targa prova deve essere posizionata nella parte posteriore del veicolo e può essere riconosciuta a causa della presenza della lettera P insieme ad altri simboli alfa-numerici posti su sfondo bianco.


Come funziona l'assicurazione per la Targa Prova?

Ogni veicolo che viaggia su strada deve essere coperto da un'assicurazione RCA, anche per le automobili che impiegano targa di prova.

Se si dovesse circolare senza assicurazione si potrebbe incorrere in sanzioni salate, a volte anche superiori a 800 euro di costo totale.


22 visualizzazioni0 commenti