• Nicoletta

Polizza RC capofamiglia: cosa succede se il mio cane morde un altro cane?


La polizza RC capofamiglia o RC della vita privata è quel contratto assicurativo che ti permette di proteggere la tua famiglia e i tuoi affetti nel caso di danni provocati a terzi durante la quotidianità. Questa copertura si estende non solo ai familiari conviventi, ma anche agli animali domestici nel caso in cui, in conseguenza di un evento accidentale, venga richiesto un esborso economico per il pagamento di un danno.


Facciamo un esempio.

Ci sono due cani a passeggio con i rispettivi padroni, tutti e due sono al guinzaglio e si godono la passeggiata. All'improvviso si guardano, cominciano a ringhiare e uno dei due attacca l’altro (i cani, non i padroni…). Il cane n.1 morde il cane n.2 che reagisce e morde sua volta. Inizia la zuffa. Il padrone del cane n.1 interviene e cerca di separarli e viene morso dal cane n.2: chi lo risarcisce?

Il Codice Civile (articolo 2052) dice che ognuno è responsabile e risponde dei danni che il proprio animale provoca agli altri, siano essi persone, animali o oggetti.

Questa responsabilità viene chiamata oggettiva: è un tipo di responsabilità giuridica nella quale si è responsabili del fatto avvenuto (del danno) anche se non ci sono colpe (il fatto non è cioè stato commesso con volontà di arrecare danno).

Nel nostro caso non ci sono colpe dei padroni, è sufficiente la custodia dell’animale per dover rispondere dei danni da questo arrecati

Secondo una sentenza della Cassazione la norma del codice civile vale anche nel caso in cui uno dei proprietari riporti lesioni.


Perché? Perché qualunque sia la situazione dell'animale (che sia al guinzaglio o chiuso in un recinto) il proprietario deve sempre evitare che possa provocare danni agli altri.

Nel caso della rissa la Cassazione dice che non serve verificare quale dei due cani abbia causato il litigio: è il padrone che omette la custodia che deve evitare che il proprio animale faccia del male agli altri.


La legge è quindi dalla parte della persona che si frappone tra i due animali per tentare di separarli e riporta il morso.

Non solo! Il proprietario del cane n.2 del nostro esempio (quello che morde il padrone del cane n.1 che cerca di intervenire) non risponde solo in via civile dei danni provocati (risarcimento del danno).


Sempre secondo la Cassazione scatta anche il reato di lesioni colpose dal quale ci si salva solo dimostrando che il danno sia stato causato da un fatto imprevedibile e inevitabile (il cosiddetto caso fortuito).


Soluzioni

Quali sono le soluzioni assicurative possibili?

1) La polizza RC del capofamiglia, con un massimale minimo di € 1.000.000,00;

2) La polizza DAS in Famiglia, per la tutela legale della vita privata.


Per maggiori informazioni passa in Agenzia oppure scrivici!






17 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti