• Nicoletta

Capire le assicurazione: il danno materiale


I danni materiali sono quelli che gli oggetti di proprietà dell’assicurato possono subire quando si verifichino gli eventi oggetto dell’assicurazione.

Le polizze che coprono i danni materiali tutelano gli oggetti da danni specifici come ad esempio furto o incendio dove per danno si intendono distruzione totale, ma anche deterioramento, perdita o smarrimento dell’oggetto/degli oggetti.

I danni materiali si dividono in danni materiali diretti e danni materiali conseguenti.


I danni materiali DIRETTI sono quei danni che vengono causati dal contatto fisico dell’oggetto assicurato con uno degli eventi coperti dall'assicurazione.


I danni materiali CONSEGUENTI sono quelli non immediatamente collegati all'evento, ma che sono conseguenza indiretta dell’evento come ad esempio la mancata erogazione di energia elettrica durante un incendio.


Sono anche da considerare le conseguenze immateriali dei danni materiali come per esempio la distruzione da parte di un incendio di un supporto che contenga informazioni importanti: il danno non si può quantificare solo in base al valore economico del supporto distrutto, ma deve essere conteggiato anche il valore immateriale delle informazioni contenute nel supporto.


I danni IMMATERIALI e materiali possono essere causati sia direttamente che consequenzialmente.


Ci sono poi anche i danni immateriali INDIRETTI come, per esempio, le mancate entrate derivanti dall'evento danneggiante. Se, infatti, durante un incendio si danneggia o si distrugge un certo macchinario, oltre al valore del macchinario (danno diretto), bisogna tener conto dei tempi di rimpiazzo dell’oggetto danneggiato ed eventualmente, anche del conseguente blocco della produzione: le mancate entrate vengono considerate danno immateriale indiretto.


Si tratta di danni che, di norma, non sono inclusi automaticamente nelle polizze: è necessario chiederne espressamente l’inclusione.


Post recenti

Mostra tutti