• Nicoletta

Droni e assicurazione obbligatoria

Aggiornato il: mag 11


L’assicurazione droni è obbligatoria per legge dal 15 dicembre 2019 per chiunque produca professionalmente video, per i fotografi, ma anche per i semplici appassionati.

Si tratta di un obbligo introdotto dall’Ente nazionale per l’aviazione civile per allinearsi alla normativa vigente nel resto dell’Europa, dove questo obbligo esiste ormai da molto tempo.


Da dove deriva l'obbligo dell'assicurazione per i droni?


In passato si distinguevano i droni SAPR (Sistema Aeromobile a pilotaggio remoto), utilizzati per scopi lavorativi dagli aeromodelli di proprietà individuale: i primo dovevano necessariamente essere assicurati, mentre era possibile scegliere se assicurare o meno i secondi.

Dal 15 dicembre 2019 tutti i droni con capacità di volo automatico devono essere assicurati e le due categorie sono divenuto una sola: la categoria “SAPR”.


Altri cambiamenti da luglio 2020

Il quadro normativo che regolamenta il possesso ed uso dei droni è comunque in continuo cambiamento. Dopo l’obbligo dell’assicurazione anche per i droni non professionali, il legislatore ha preso in considerazione anche la potenziale pericolosità dell’operazione, individuando 3 categorie di “rischio”: open, specific e certified.

La categoria aperta o Open Category a sua volta incorpora 3 sotto categorie A1, A2, A3, all'interno delle quali possono operare droni con marchio CE delle classi: C0, C1, C2, C3, C4. I droni dal peso inferiore a 2 Kg fanno parte della classe C2, ma dato che non posseggo la marcatura Open CE, rientrano nella Open Limited Category.

I futuri droni marcati C2 dovranno rispettare le caratteristiche tecniche descritte nella parte 3 dell’allegato al regolamento delegato europeo (EU) 2019/945; e potranno avere un peso sino a 2,0 Kg.

Dal 31 dicembre 2020 sino al 31 dicembre 2022 i droni o UAS dal peso compreso tra 500 grammi e i 2 chilogrammi senza marchio Open CE, fanno parte della Open Limited Category.

Per maggiori informazioni sui droni, consigliamo questo link.


Dal 1° luglio 2020 ogni drone dotato di videocamera dovrà essere registrato sul sito https://www.d-flight.it/web-app/: dopo la registrazioni gli utenti devono stampare il QR Code e applicarlo sul drone in modo visibile.

Quali coperture scegliere?

La copertura obbligatoria che soddisfa gli obblighi di legge è la “Responsabilità Civile”. E’ importante scegliere un massimale adeguato che, per legge, deve essere di almeno 800.000 euro.



33 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti